Scodellino: ok della Soprintendenza, ma slitta il via ai lavori

Positivo l’incontro di martedì 26, con l’architetto Agostinelli, ora si deve passare alla progettazione esecutiva
Primo spiraglio di luce per il Molino Scodellino. Dal tanto cercato incontro con la Soprintendenza per i Beni architettonici, la delegazione comunale ha infatti portato a casa un sostanziale via libera al progetto preliminare per la messa in sicurezza dello storico manufatto. Il parere positivo, nero su bianco, è atteso dopo un sopralluogo della Soprintendenza che si terrà nei prossimi giorni. Martedì 26 gennaio, all’appuntamento con l’architetto Emilio Roberto Agostinelli, responsabile dell’ufficio Tutela, si sono presentati in sette da Castello: il sindaco Daniele Bambi, gli assessori ai Lavori pubblici, Daniele Meluzzi, ai Beni culturali, Damiano Giacometti, alla Cultura Giovanni Morini, il capoarea Lavori pubblici Felice Calzolaio e i curatori del progetto, gli architetti Vincenzo Lega e Silvia Rossetti.
L’architetto Agostinelli ha espresso una condivisione di massima al progetto presentato a marzo 2009 dall’amministrazione castellana. Ha concordato alcune soluzioni tecniche e accolto proposte avanzate dagli architetti Lega e Rossetti. Un confronto approfondito e proficuo, secondo i tecnici, cui spetta ora il compito di terminare speditamente la progettazione (definitiva ed esecutiva). Ma l’incognita tempo pesa come un macigno sul fragile mulino quattrocentesco.

Cauto il commento del sindaco Bambi: «Sono moderatamente fiducioso: i tempi, non per nostra responsabilità, si sono allungati e questo comporterà purtroppo uno slittamento dei lavori per la messa in sicurezza».
Il Comune dovrà comunicare alla Regione la proroga sui termini di consegna dei lavori, previsti per fine marzo, per mantenere il contributo regionale di l50mila euro che si aggiunge ai 200mila euro di risorse comunali già investite. Una volta concluso l’iter progettuale, spetterà all’ufficio tecnico di palazzo Mengoni indire il bando di gara per l’affidamento dei lavori. Luci e ombre, dunque, nel cielo sopra il Molino.
(d.m.) – tratto da Sette Sere del 30 gennaio

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *