Si chiude con la Febbre dell’oro di Chaplin

A Bologna erano 6000 a vedere la Corazzata, allo Scodellino 70, ma siamo contentissimi. Perfino spettatori che hanno fotografato la falce e martello in una antica bandiera rossa che avevamo messo per corroborare la storia del film.

Molto partecipata la visita all’antico Molino guidata dall’amico -storico e ricercatore – Ettore Badiali, una di quelle persone che danno lustro ad una comunità. E che, come altre, gli andrebbe riconosciuto in tanto che sono fra noi

E non parliamo delle piadine romagnole delle Amiche del Molino. Le fanno loro (ricetta segreta) e sono veramente ottime. Particolarmente, se imbottite con salumi, formaggi ed erbe. Poi si sono inventate una specie di “piattone” con un poco di tutto ciò che hanno a disposizione: piadina, salumi, formaggio, melone. Insomma, per chi vuole, una bella cenetta con prodotti dei contadini locali, vino compreso. Gli euro che si guadagnano vanno per completare la ristrutturazione del Molino (e ne mancano ancora tanti).

Il prossimo lunedì – 24 luglio – Lucio Sportelli, curatore della rassegna, presenterà la Febbre dell’oro di Charlie Chaplin. Un altro capolavoro del “muto”. Un film, dal lieto fino, che dice come tanti possano aspirare ad una vita aurea, ma come pochi riescano ad attenerla. Veniteci a trovare. Chissà non troviate anche voi “l’oro”.

Al mulino si arriva a piedi lungo via Canale, oppure parcheggiando presso la chiesa di Casalecchio.

Dalle ore 18 potrete visitare il mulino.
Dalle ore 19 è previsto un ape-ristoro con piadine imbottite, vino, birra.
Alle ore 21,30 proiezione del film con cineforum sotto le stelle.

La serata è gratuita (eccetto l’ape-ristoro). Se volete potrete lasciare un’offerta libera per la vita delle Associazioni. 

INFO 3400532380 (Domenico)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *