Gli alberi ci allungano la vita, noi gli vogliamo bene

L’Associazione Pietro Costa fu tra i promotori di una iniziativa che si concluse con l’adozione da parte dell’Amministrazione comunale di un Regolamento Comunale per la gestione e tutela del verde pubblico e privato. Fu un atto importante e positivo da parte della nostra Amministrazione.

Cliccando qui potete vederne i contenuti http://www.comune.castelbolognese.ra.it/Servizi/Ambiente/Gestione-del-verde

A quattro anni di distanza ci pare opportuno fare una verifica del funzionamento di quel regolamento e degli effetti ottenuti. Per tale scopo chiederemo un incontro all’Amministrazione comunale.

Riportiamo di seguito le parole – importanti e belle – con le quali nel sito dell’Amministrazione comunale viene introdotto il tema del verde.

Gestione del verde

“Il sistema del verde è costituito dal verde pubblico, dal verde territoriale e dal verde privato ed è una componente fondamentale del paesaggio urbano e rurale.

La vegetazione quale componente fondamentale del paesaggio riveste un ruolo di vitale importanza per l’ambiente, l’igiene e la qualità della vita, in quanto esplica funzioni di depurazione delle acque dell’aria, costituzione e miglioramento del suolo, miglioramento del microclima, rifugio per la vita animale, miglioramento della biodiversità del territorio, della qualità urbana e della socialità,

L’Amministrazione comunale per favorire e regolamentare la tutela, la salvaguardia, la manutenzione  e la valorizzazione sia del verde pubblico che di quello privato ha adottato in data 29/11/2013, con delibera del Consiglio Comunale n. 60,  il “Regolamento Comunale per la gestione e tutela del verde pubblico e privato”.

Il Regolamento oltre a disciplinare le modalità di gestione del verde, le potature e gli abbattimenti intende favorire la partecipazione dei privati nella gestione e manutenzione delle aree verdi pubbliche e ciò anche in considerazione del fatto che negli ultimi anni l’azione della pubblica amministrazione ha notevolmente risentito degli effetti della difficile situazione economica e del decremento delle risorse disponibili.

In questa ottica pertanto i giardini, le aiuole, il verde di arredo possono essere oggetto di affidamento per la loro cura e manutenzione a soggetti terzi, associazioni, comitati, cittadini singoli che ne facciano richiesta e che si impegnino a conservarne o migliorarne il decoro.

Chiunque intenda procedere all’abbattimento di piante soggette a tutela ai sensi del regolamento, deve presentare apposita domanda utilizzando la modulistica scaricabile in calce e dotarsi di apposita autorizzazione.

E’ fatto obbligo di sostituire ogni albero abbattuto.”

 

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *