Pietro Costa, assemblea e problemi

Iniziativa Pietro Costa (Expo)

Mi scuso se pubblico solo oggi il resoconto della nostra assemblea del 29 novembre. Purtroppo mi era rimasto in bozza. Il contenuto è completamente valido anche a due mesi di distanza.

Venerdì 29 novembre si è svolta l’assemblea della Pietro Costa. I temi messi sul tavolo sono stati quelli qui descritti https://www.pietrocosta.org/2019/cosa-fare-e-lora-del-dibattito/

I presenti (6) hanno concordato sull’opportunità di tenere in piedi la Pietro Costa. Ma come? Queste le ipotesi paventate:

  • proporre di unirla agli Amici del Senio;
  • confronto con la Fondazione Bella Ciao proprietaria dell’immobile “Pietro Costa”;
  • confronto con Arci a cui la Pietro Costa aderisce;
  • confronto con Assessore alle Associazioni per esaminare opportunità di implementare in una unica, altre associazioni in difficoltà per la burocrazia e i costi;
  • scinderla dall’Arci e navigare in mare aperto.

Come vedete l’incontro è stato interlocutorio, ci sarà la fase degli approfondimenti per poi sciogliere i nodi entro la primavera prossima, nella vicinanza delle scadenze di legge.

Fra altro si è discusso di iniziative. Mentre prosegue il lavoro sulle tematiche dell’ambiente – si ragione sul mese della sostenibilità – partiamo giovedì prossimo con un contributo sugli alberi.

Abbiamo contattato Monsignor Giovanni Mosciatti – il nostro Vescovo – che si è detto disponibile a venirci a parlare di Laudato Si (grazie Oreste).

Per ultimo è uscita la proposta di promuovere un lavoro di ricerca degli archivi delle storiche forze politiche del dopo guerra a Castel Bolognese.

 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *